Passa ai contenuti principali

[PC REVIEW] THE CURIOUS EXPEDITION


Dopo una lunga gestazione in Early Access, arriva su Steam uno dei giochi a turni più interessanti degli ultimi anni, per quel che mi riguarda. Semplice, stiloso, impegnativo, magnetico. Uno di quegli indie che vanno oltre la pixel art con una formula originale e divertente.
The Curious Expedition è uscito su Steam dopo oltre un anno di limbo, durante il quale il team di sviluppo ha cambiato diverse cose seguendo i feed degli utenti. Seguo il progetto sostanzialmente dal day one, eppure l'acquisto è arrivato al momento della release ufficiale, per 15€ veramente ben spesi. The Curious Expedition ha due punti di forza, principalmente: il suo essere caruccio con il suo stile già visto ma anche no e la sua infinita rigiocabilità, data dalla generazione randomica dei contenuti ad ogni avvio. Sostanzialmente, nei panni di personaggi tra i più famosi della storia (gente tipo Tesla, Darwin e svariati altri), avrete il compito di mettere in piedi un gruppo arruolando compagni di viaggio (con proprie skill e tratti) per cimentarvi poi in una gara lunga 6 spedizioni, per diventare il più famoso esploratore di ogni epoca. Semplice no? Escludendo la prima sortita, sarà possibile prima di ogni viaggio, selezionare una diversa, oscura, destinazione, tenendo proprio conto delle abilità del gruppo prima di imbarcarsi in un viaggio senza ritorno. Una volta in-game, ci sarà accesso a una grande mappa ad esagoni da scoprire spostandosi man mano, superando giungle, foreste impervie, deserti, montagne e via dicendo. Sempre in caccia di spettacolari tesori. Il movimento sarà calcolato in base al tipo di terreno e alla Sanity, il parametro fondamentale da tenere d'occhio ad ogni sortita. Ci si potrà imbattere in templi con idoli antichi (che se disturbati porteranno a a conseguenze su mappa tipo incendi o terremoti, in taluni casi) ma anche in tribù autoctone e branchi di animali feroci da evitare a tutti i costi.



Sarà possibile mercanteggiare e utilizzare equipaggiamento di diverso tipo per muoversi più agilmente in alcune zone particolari o anche solo per non affrontare il buio pesto di una caverna misteriosa. Il tutto arricchito da piccoli incarichi tipicamente ottenibili prima della partenza tipo ritrova l'oggetto o scorta la persona fino a casa che aggiungono ulteriore varietà. Al termine di ogni missione poi, sarà possibile donare al British Museum parte del bottino aumentando la fama utile per determinare la vittoria finale (ma anche collezionare cose o semplicemente rivenderle per fare profitto e acquistare oggetti). Menzione d'onore per la splendida integrazione web del gioco, che vi permetterà di pubblicare online una sorta di diario con tutti gli avvenimenti salienti di ogni uscita per tenere traccia delle vostre gesta. C'è qualcosa di Spelunky a voler cercare bene ma anche di roba tipo Infinite Space, mixata con citazioni lovecraftiane (anche perchè tralasciando il discorso Sanity, Lovecraft sarà uno dei protagonisti!). E anche un pizzico di FTL che non fa mai male. Insomma, parliamo di una piccola gemma a prezzo budget, virtualmente infinita. Procedere all'acquisto. Veloci. Occhio solo alle musichine che sfasciano le orecchie.

VOTO 9/10