Passa ai contenuti principali

CARTOONS ON THE BAY 2016: DI VENEZIA, VIDEOGIOCHI E TANTA BELLA GENTE


Giusto una settimana fa, precisamente dal 7 al 9 aprile, si è svolta in quel di Venezia la ventesima edizione del Cartoons on The Bay, interessante festival dell'animazione e della TV dei ragazzi. Lungi dall'essere un evento esclusivamente dedicato alla carta e ai cartoons per bambini, questa volta la Rai ha aperto le porte del meraviglioso Palazzo Labia, indovinate un po' a chi? Ai videogiochi.
Io per non sbagliare sono partita per la missione Venezia per un paio di appuntamenti di Gamera ma anche un po' per velleità personali (questo però non ditelo in giro). Tra i numerosi panel about cartoni animati, fumetti e libri per ragazzi, la pioggerellina e i cosplayer di Assassin's Creed, la giornata di sabato ci ha regalato un paio di relatori veramente eccezionali. Primo fra tutti il celeberrimo Lord British in carne,ossa, spillette e codino (sì, parlo proprio dell'originale Richard Garriott creatore di Ultima, che ha fatto una breve cronistoria degli eventi che lo portarono a diventare l'inventore a tutti gli effetti di un paio di generi videoludici, niente di che, per poi parlare entusiasticamente del suo viaggio nello spazio e di altre mirabolanti avventure che l'hanno visto protagonista durante e dopo il successo nel mondo gaming. Notevole anche il panel sulla differenza tra l'animazione in-game e quella delle CGI di Sebastian Kalemba, nientepopodimeno che Animation Director in CD Projekt Red, simpaticissimo e alla mano, anche grazie alla mole di spritz consumati insieme tra un meeting e l'altro. Altri personaggi di rilievo hanno poi calcato il palco allestito nella meravigliosa sala affrescata di Palazzo LabiaChristopher Vogler in primis, padre della sceneggiatura cinematografica moderna, autore del famoso Il Viaggio dell'Eroe , che, nato come quaderno di appunti dello stesso Vogler, divenuto ormai bibbia per sceneggiatori e scrittori in ogni parte del mondo.


E poi Matteo Strukul, autore tutto padovano che ha recentemente pubblicato I Cavalieri del Nord, avvincente romanzo tra il fantasy e lo storico pubblicato da Multiplayer Edizioni che ha riscosso molto successo in Italia e all'estero e con il quale si andrà a fare una ricca colazione proprio quando queste due righe saranno online, per discutere di cose. Il Premio Pulcinella come studio l'ha vinto, giusto per arricchire un po' la collezione, la solita CD Projekt, mentre Garriott e Vogler sono stati celebrati con uno Special Award alla carriera. Vincitore nella categoria videogiochi è stato Life Is Strange, capolavoro dello studio francese Dontnod di cui anche qui si è scritto molto. Che altro dire gente? Nonostante gli ospiti di spicco, internazionali e non, è stato strano notare l'assenza di molta della stampa generalista e specializzata del settore. Lord British non è sicuramente uno che si incontra tutti i giorni e la cosa mi ha lasciato un po' perplessa. Ma questo è. Io, tra un caffè e uno spritz, tra un pasticcino de Le Superchicche e chiacchiere assortite varie tra un appuntamento e l'altro, ho conosciuto nuovi amici e ottimi professionisti. Quindi viva Venezia e gli eventi di questo tipo! Viva gli svil...ah no! Scusate.