Passa ai contenuti principali

[XBOX ONE REVIEW] ROGUE LEGACY


La cosa divertente della next-gen e più in generale del progresso lato tech dell'intero mondo gaming, è che più passa il tempo, più si guarda indietro. Eccoci quindi con PC ninja e Xbox One a giocare una marea di roba pixellosa che per fortuna, come nel caso di Rogue Legacy, basterebbe a fare una line-up in qualsiasi epoca, alla faccia della potenza di calcolo e della ricerca del fotorealismo.
Cellar Door è un'etichetta canadese gestita da due fratelli che con Rogue Legacy hanno trovato il jackpot vendendo una fucilata su PC e portando su console una piccola gemma curatissima e divertente. Si tratta di un roguelike bidimensionale con meccaniche simili a quelle di un Castlevania qualsiasi che richiama come concetto di base, quello di Infinity Blade su iPad: scegli un personaggio, fai la tua avventura, muori che poi tanto si passa al figlio e il giro ricomincia. Di morte in morte, di base, otterrete esperienza e risorse in più da giocare col PG successivo, con l'intento di conquistare un (gigantesco) castello generato casualmente ad ogni decesso (a meno che non vi serviate dell'architetto, uno degli NPC come il fabbro o l'incantatrice che vi aiuteranno nella vostra missione in maniera differente). Naturalmente potrete equippare armi e armature differenti, potenziare le vostre skill, guadagnare incantesimi e sbloccare classi diverse tra loro dopo ogni sortita, con tocchi di classe tipo i vari tratti (che non influenzeranno il gioco), come l'aereofagia, il daltonismo o molto di peggio. Tutto ruota intorno al combattimento, ovviamente, nonostante sia indispensabile destreggiarsi tra piattaforme sospese, trappole e nemici (fichissimi) che per essere masterizzati per bene richiederanno ore ed ore di esperimenti. Il bilanciamento dell'azione è talmente perfetto da far sembrare ogni rinascita una nuova esperienza, con una curva di apprendimento perfetta e il giusto equilibrio a livello di difficoltà, nonostante qualche sessione (specialmente contro alcuni dei boss) possa risultare frustrante.



La generazione randomica delle sale del castello, fa si che anche l'esplorazione diventi un elemento importante dell'insieme, con una moltitudine di tesori nascosti da recuperare, oggetti e diari che lasceranno indizi interessanti sulla vicenda e il background intorno a cui è stata costruita. Geniale anche l'idea del manor/hub personalizzato grazie al quale, spendendo le monete d'oro raccolte in giro, sarà possibile acquistare abilità particolari, aumentare l'energia, l'attacco, il mana, la possibilità di critico e via dicendo. Dal punto di vista dello stile, poco da dire: il pixel coloroso ha sempre il suo porco fascino e Rogue Legacy anche da questo punto di vista centra il bersaglio. Consideriamo poi un prezzo budget di 15€ su Xbox One (recentemente passato anche in Deals with Gold a 11€ addirittura) e l'acquisto diventa obbligato considerato ciò che avrete indietro (a 60fps, naturalmente).

VOTO 9/10