28 marzo 2017

ANDROMEDA, 30 ORE E QUALCOSA DOPO


Umberto Eco aveva già detto tutto, prima di lasciarci. Nel mondo dello sviluppo, una decade l'equivalente di un'era geologica per l'essere umano e fin qui ci siamo. Ma i social hanno veramente stravolto la percezione di tutto e formato una next-gen di critici da mani in faccia e di utenti rincoglioniti nel migliore dei casi.
Di tutto il casino accaduto al lancio, tra accuse di sessismo e discussioni su animazioni allucinanti, meme e tutto il resto, avevo scritto qui. Del fatto che ormai quando un gioco mi interessa resto sostanzialmente impermeabile a tutto invece, ho parlato più volte. Avendo un momento di buco tra una cosa e l'altra in studio, mi è venuta voglia di buttare giù due righe che non sono una recensione, avendo tra l'altro speso solo una trentina di ore nella nuova galassia immaginata da BioWare. Per essere precisi in questo lasso di tempo, ho appena liberato il primo pianeta, Eos, muovendomi sul secondo per aiutare gli Angara. Praticamente non ho neanche iniziato, immerso in un'avventura che al netto dei problemi tecnici (che ci sono) a me sta prendendo bene come non mai. Per capirsi: a Mass Effect 2, quando dirigevo Eurogamer, ho messo questo voto qui e sia il primo che il terzo capitolo della trilogia originale, erano solo di poco sotto al secondo che è stato il mio preferito. Premessa necessaria che non vuole sottolineare tuttavia il mio essere fanboy perchè fanboy non sono. Ma Andromeda, in questa che non è una recensione, dovrebbe uscire fuori per il kolossal che è e per quello che da dietro. Anche qui ci sarebbe da parlare, per carità: "Pare Dragon Age nello spazio" dice qualcuno con tono schifato. Per me è un gran bene perchè Dragon Age, non aspettando l'erede di Baldur's Gate, è piaciuto un casino. Buona parte delle cose lette in rete sono vere a metà e molte altre danno meno fastidio di quanto non possa sembrare dai meme di cui sopra.


La sensazione, parlando di tech, è che manchi l'ultimo giro di polishing e per carità, ma mi son reso conto di tante cose semplicemente sull'onda del bordello mediatico seguito dopo le polemiche sulla tipa cosplayer riconducendo il tutto ai meme di cui sopra. Considerate tuttavia che la mia esperienza diretta, per esempio, è stata indicativa al contrario: fatto salvo per un paio di situazione al limite, tipo slittate di PNG in giro o un paio di espressioni del mio Ryder ai limiti della magnum di Zoolander, per il resto di problemi non ce ne sono stati e nel complesso quel che il gioco restituisce è un viaggio epico per salvare la razza umana che era esattamente quello che cercavo. Ripeto, sono solo a 30 ore ma considerate anche che il gioco è arrivato venerdì sera, sabato sono stato a casa solo mezza giornata e domenica pure. Dovrebbe dirla lunga sulla scimmia e su una marea di altre cose. Poi magari mi sbaglierò, magari a breve si trasformerà nella più grossa mondezza di sempre ma nel mentre, veramente, rilassatevi e giocate invece di stracciare i maroni con cose che neanche capite. Ci sono stati i David dai, parlate di quello. Anyway, conto di fare un altro po' e aggiornare, fosse mai mi sbagliassi. Il voto lo diamo poi, anche se viaggiando a questi ritmi, se ne parla tra una mesata. Nel topic due foto scattate da me durante la mia ultima run: in apertura, quella fatta per far sembrare il gioco bello. Al centro invece, quella fatta per farlo sembrare brutto (basta girare un altro po' per compenetrare e tirare fuori robe alla AC). Insomma, dipende da quanto volete rompere le palle alla fine del giro.