08 febbraio 2017

CHRIS AVELLONE LAVORERÀ SUL NUOVO GIOCO DI GAMERA INTERACTIVE. OH WAIT! MA GAMERA SIAMO NOI!


Ci sono cose evidentemente hanno bisogno di essere spiegate e cose, tipo questa, che di spiegazioni non hanno poi troppo bisogno. Se state leggendo qui è perchè l'embargo sul comunicato è scaduto del resto e la notizia è già pubblica. Ed è tutto molto divertente.
Scrivere un post del genere non è complicato ma neanche semplice. Scrivere un post del genere è semplicemente strano, per una serie di motivi. Sono in una fase piuttosto particolare della mia vita privata e lavorativa. Quella fase terribile e bellissima allo stesso tempo in cui si switcha su base quasi quotidiana tra il ma chi me l'ha fatto fare e sarà tutto una figata colossale. Tutto vero, tutto qui. Ovviamente oggi sono tendenzialmente felice per questo primo step di un percorso che sarà impegnativo, lungo e doloroso, come del resto è stato fino ad oggi, nei mesi trascorsi per mettere in piedi Gamera e farla funzionare, con tutte le problematiche del caso: casi umani vari, burocrazia e soldi gettati per inutili pratiche tutte italiote e tutto il tempo speso a fare le cose per bene in un paese dove fare le cose per bene delle volte è paradossalmente la cosa più sconveniente. Anyway, dopo il kick-off di agosto, siamo arrivati alla certificazione di Unit 4 su One e al conseguente lento passaggio al nuovo progetto. Se di Unit 4 avremo tempo di parlare (ci vorrà ancora un po' per sapere la data di uscita che dipende da un paio di cose in ballo ed è vincolata all'esclusiva), della novità parleremo sicuramente a breve giro. A breve giro significa in occasione della GDC, dove il gioco sarà mostrato a un manipolo di eroi, nella sua prima incarnazione, successiva a un unveil piuttosto massiccio appena definito in questi giorni che onestamente, di nuovo, sarà forse il motivo di vanto più importante. Insieme a 'sto signore qui, ci mancherebbe, che è stato annunciato oggi proprio per tenere le due cose separate, essendo comunque questa una notizia che avevo intenzione di trattare separatamente. Magari per qualcuno potrà significare poco ma credo sia oggettivamente una news di una certa importanza in generale e di un livello addirittura colossale invece restando nei nostri confini.


Colossale perchè de facto, una leggenda del development ha accettato di collaborare su un progetto nuovo, fatto a Padova, in un momento in cui tra censimenti, Drago D'Oro in arrivo e tutto il resto, si tira fuori un qualcosa che forse vale più di tante pacche sulle spalle, reel e numeri ancora impresentabili. Colossale perchè certifica la qualità del nostro lavoro, in un periodo di discussioni a destra e sinistra in cui mi sono reso conto che c'è una tale confusione nell'individuare anche solo la differenza tra un cialtrone e un professionista, che dare per scontate determinate è totalmente sbagliato. Non si ottengono determinati risultati, senza un'adeguata pianificazione, idee chiare e basi solide. Poi certo, nel mondo normale avviare una collaborazione non si può neanche definire un risultato probabilmente ma il mio è un discorso limitato all'oggi e alla scena nostrana, perchè poi i risultati che contano dovranno arrivare poi, gioco alla mano, tra un bel po' di tempo ancora. Se pensate però che sia automatico mettere in piedi uno studio e tirare dentro persone, sbagliate. Se pensate poi che determinate persone, una leggenda in questo caso, si alzi una mattina e si metta a lavorare con chiunque, sbagliate il doppio. Comunque Chris si occuperà della cosa che sa fare meglio: scrivere. Il background di personaggi vari, la lore del mondo di gioco e via dicendo, consigliandomi dal punto di vista creativo su tutto ciò servirà. E c'è sempre qualcosa da imparare, non solo dal punto di vista lavorativo, interagendo con chi ha fatto la storia dei GdR occidentali, per dire. Ah, breaking: non sarà un platform. Il comunicato stampa lo trovate qui. Ci aggiorniamo per San Francisco, tanto non potrete non vedere.