Passa ai contenuti principali

FENOMENOLOGIA ZOMBIE


Dead Island è tornato, il nuovo episodio è in lavorazione e gli appassionati avranno con cui cimentarsi a lungo. Da qualche anno a questa parte, per una serie di motivi, su tutti l'esplosione del fenomeno The Walking Dead, i non morti sono tornati di moda. Ma la loro è una storia antica.
La parola zombie risale addirittura al 1800, quando il poeta Robert Southey in un saggio sul Brasile, utilizzò per la prima volta il termine (senza la e) mixando le parole congolesi nszambi e zumbi. In realtà la paternità del concetto è haitiana perchè è nella tradizione parlare in questi termini in riferimento a corpi morti rianimati, perlopiù utilizzando la magia. Con gli anni ovviamente si è passati a rimedi scientifici, virus, malattie, radiazioni e tutto il resto. Uno dei primi libri a trattare il tema è del 1929: The Magic Island di Seabrook. Uno scrittore entrato a contatto con i cultisti haitiani e le loro tradizioni. Diciamo che la versione moderna degli zombie così come la conosciamo, prende spunto principalmente dall'opera di George Romero La notte dei Morti Viventi ispirato dalla novella Io sono Leggenda di Richard Mateson del 1954 (a sua volta diventata un film in tempi recenti con Will Smith). Dalle prime pellicole in bianco e nero alla sconfinata offerta di oggi, il passo è stato importante e con gli anni ha preso sempre più piede la versione apocalittica del mondo infestato dai mangiacervelli, riportata in auge proprio dal sopracitato The Walking Dead (qui c'è la mia intervista ad Andrew Lincoln a New York di qualche tempo fa se interessa). Tra leggenda e teorie scientifiche bizzarre, l'archetipo del non morto cinematografico si è sviluppato diventando protagonista nella letteratura, al cinema, in TV e nei videogiochi, come testimonia proprio quel capolavoro di Dead Island di cui si è parlato in settimana.


Quando uscì il primo film di Romero, le reazioni furono pazzesche con malori in platea e feroci discussioni dedicate a quello che per molti versi è stato un film rivoluzionario che ha regalato una delle icone horror più importanti di sempre. Il sequel de La Notte dei Morti Viventi, L'Alba dei Morti Viventi, arrivò 10 anni dopo, nel 1978, diventando un vero e proprio cult (tra l'altro il remake di qualche anno fa è un capolavoro). Se parliamo di musica poi, la mente vola a Thriller di Michael Jackson, disco più venduto della storia della musica. Oggi ci sono i videogiochi e se i più giovani porteranno sugli scudi l'immortale Resident Evil, è d'obbligo citare prodotti come Dying Light, Left 4 Dead, Dead RisingDead Nation e compagnia bella. Brains. Per tutti i gusti insomma.