Passa ai contenuti principali

IL 2016 DI XBOX ONE


Microsoft ha organizzato una sorta di salottino per presentare, a inizio dell'anno, tutti i giochi in arrivo in questo 2016 che si presenta ricco di chicche interessanti. Senza contare tutto ciò che ancora non sappiamo e di cui sentiremo parlare dalla GDC in poi.
C'è un po' di tutto in quella che ancora una volta è stata spinta come la più grande line-up di sempre nella storia da Xbox, con tante esclusive interessanti, uscite multipiattaforma nella veste migliore, qualche sorpresa e qualcosina che non convince. Cominciamo dalla fine: ReCore è un prodotto che non riesco a decifrare, per esempio. Bello il design, discreto l'hype ma come per Scalebound, avverto una vibrazione strana (già rinviato al 2017 tra l'altro). Idem Fable che uscita dopo uscita ha perso il fascino di quello che, due generazioni fa, poteva essere veramente un titolo rivoluzionario. Buone sensazioni invece per il nuovo Crackdown che pur non essendo uno dei miei brand preferiti, sicuramente trasuda stile e divertimento da ogni riga di codice. I miei due giochi caldissimi sono We Happy Few, per cui ho una scimmia in aumento giorno dopo giorno, oltre che Sea of Thieves che potrebbe significare nello stesso momento un ritorno a bomba di Rare a livelli stratosferici e il lancio di una saga piratesca che manca dai tempi di Sid Meier prima e di Sea Dogs poi (che fareste bene a recuperare, se non sapete di cosa sto parlando). Tante altre cose di peso, in questo lungo video che apre un'annata di quelle memorabili (sperando tra le altre cose, di infilarsi lì in mezzo a un certo momento...ma ne parliamo poi...).