05 gennaio 2016

[MOVIE REVIEW] ZETA VIRUS


Mi sono ripromesso di scrivere cose più o meno su quasi tutto ciò che vedrò e giocherò ma essendo EldaStyle un blog prevalentemente dedicato ai videogiochi, per film e serie TV la cernita sarebbe dovuta essere fatta con cura per non sbilanciare troppo i contenuti. Ma questo film gente, merita il suo spazio.
Zeta Virus è stato l'ultimo film del 2015 comprato su Primafila. Mai sentito nominare prima, solita trama scontata a tema apocalisse zombie, una buona cover (che aiuta sempre) e nessuna traccia su Google dopo un check di qualche secondo per capire perchè non ne avevo mai sentito parlare. E quindi via, ricchi 3.90€ per la versione HD e vediamo che succede. Poi ho realizzato. Zeta Virus in realtàs su Google c'era eccome, con un altro nome. La versione originale infatti si chiama The Demented e posso dire con una certa sicurezza che si tratta di uno dei più brutti film della storia del cinema e forse dell'uomo. La trama in realtà con l'apocalisse zombie di cui sopra c'entra una sega: si parla infatti di un attacco terroristico che ha trasformato la gente di un paesino della Lousiana in mostri rabbiosi. La copia sfigata di 28 Giorni Dopo per capirsi, fatta con 20 comparse (giuro, sono nei titoli) e 6 ragazzini nei panni delle 3 coppie sfigate in vacanza a pochi metri dal sito del disastro. Ci sono gli stereotipati americanini politically correct e innamorati, i due ricchi padroni di casa senza morale e i due colored perchè fa sempre bene (anche se stranamente il nero 'sto giro muore per ultimo). Del paio d'ore di pellicola, circa 40 minuti sono occupati da inquadrature a caso, altri 40 da dialoghi a caso. Il tempo rimanente è un grottesco action talmente mal fatto che non si può parlare neanche di B-Movie perchè in confronto anche un filmetto amatoriale fatto con la GoPro e una dozzina di amici con la faccia pitturata farebbe la sua porca figura. La scena migliore da spoilerare obbligatoriamente resta quella in cui si vede una tipa rinchiusa in una stanza per mezza giornata che fa massacrare una delle sue amiche chiudendola fuori dalla porta, che a un certo momento realizza che aprendo la finestra e facendo due passi sul tetto, sarebbe potuta arrivare alla finestra vicino dove erano tutti gli altri. Questo il tenore delle varie sequenze. Ah, alla fine, muoiono tutti in un tripudio di inutilità su un tetto dove un elicottero li manda in bianco (giustamente). Il voto sarebbe dovuto essere di un punto superiore ma considerando che ho pagato per vedere, anche no.



VOTO 2/10