Passa ai contenuti principali

[XBOX ONE REVIEW] STARWHAL


Balene. Escono dalle fottute pareti. E dopo un passaggio su Steam arrivano su Xbox One in un gioco fuori di testa con uno stile unico e tante trovate fuori di testa per qualche ora di divertimento senza pensieri.
Si parlava di balene perchè in Starwhal il giocatore controllerà proprio uno di questi cetacei, affrontando una serie di sfide in cui primeggiare contro gli avversari umani o gestiti dalla CPU sarà l'unico obiettivo. Le modalità di gioco sono una manciata: c'è il classico Deathmatch in cui occorrerà sopravvivere agli attacchi nemici, il Capture The Zone che è sostanzialmente un CTF, Heart Throb che ruota intorno al mantenimento di un cuoricino da trovare sulla mappa e lo Score Attack, in cui il miglior spadaccino trionferà infilzando  altri cuori prima della fine del countdown. Spade? Eh si, perchè le balene di Starwhal in realtà somigliano più a una specie di Marlin virtuali, grazie ad una affilata lama posta sul testone, indispensabile per affettare cose e avere la meglio in ogni sessione. L'idea alla base di Starwhal, dunque, è tanto semplice quanto folle allo stesso tempo: pesci spaziali, piroette e duelli all'arma bianca frullati in un prodotto dallo stile quantomeno particolare e caratterizzato dall'azione frenetica, godibile specialmente con gli amici. I movimenti dei personaggi delle balene saranno gestiti tramite lo stick sinistro e tra una piroetta e un capitombolo fuori controllo, emergeranno anche alcuni dei problemi legati al movimento dei vari protagonisti. Che sia una scelta vera e propria di design o un errore non voluto, lo scombinato sistema di controllo, a tratti imprevedibile, aggiunge ulteriore pepe all'azione. Il team di sviluppo ha inoltre pensato a una serie di sfide single player che allungano un po' il brodo e alzano il livello di rigiocabilità di questo indie che gode anche di qualche feature aggiuntiva rispetto alla versione PC, legata alla customizzazione dei panciuti e colorati avatar dalla capriola facile. Niente di particolarmente entusiasmante e sicuramente nulla per cui correre a spremere la carta di credito ma visto il prezzo abbordabile e le festività di fine anno, Starwhal potrebbe rappresentare un buon diversivo per qualche serata in compagnia davanti alla console.



VOTO 7/10