Passa ai contenuti principali

[PC REVIEW] SUPERCHARGED ROBOT VULKAISER


Io sono del '79 e i robottoni, per quelli come me, hanno sempre avuto un posto speciale nel cuoricino di nerd ormai nascosto sotto villosi petti lanciati verso gli anta (e oltre). Quando ero ragazzino Junior TV alle 7 del mattino di domenica, buttava fuori Film Weekend, ve lo ricordate?
Cartoni di un'ora, che uno si metteva la sveglia a 8 anni solo per vedere Mazinga che sfragnava GoldrakeGo Nagai ha segnato un paio di generazioni almeno ma la verità, purtroppo, è che un gioco a modo oltre quelli della saga di Super Robot Wars (Super Robot Taisen in occidente) non è mai uscito. Stessa cosa dicasi per un film, tirando fuori dal lotto quel Pacific Rim che ho visto settordici volte ma che non è di certo riconosciuto come un capolavoro. Spulciando su Steam tuttavia ecco che arriva la perla che proprio non puoi lasciare lì, in saldo, che già dal nome ti tira addosso un badile di nostalgia e tu compri perchè è giusto così, senza sapere. Poi lanci e ti senti male, perchè Supercharged Robot VULKAISER è un gioco tanto geniale quanto grottesco, che gli vuoi bene per forza. Una parodia di Voltron, di Getter Robot e di tanti altri, messa insieme in uno shooter vecchia scuola tra personaggi improbabili e dialoghi pazzeschi, permeati di quel ridicolo effetto cartone di merda che negli anni però abbiamo rimpianto sempre di più. Dal punto di vista del gameplay, parliamo proprio di una roba super easy a scorrimento orizzontale, con ondate di nemici e tempeste di proiettili da schivare per mantere il core del nostro eroe al sicuro (vi fanno male solo prendendovi sul busto, insomma). Barra dell'energia, super da caricare che varia a seconda della configurazione del mecha e niente più. Azione frenetica da sala giochi, con boss magnifici nel loro essere ridicoli alla fine di ogni stage e tanti nemici dal design allucinante tra voi e il successo.



Se parliamo di stile, la scelta di tirare fuori un qualcosa di così estremamente sgradevole è, per certi versi, il vero epic win di una produzione indie che regala un tributo veramente divertente ai giocatori più vecchiotti. Ma torniamo un istante alle varie configurazioni citate sopra: di base durante l'azione, sarà possibile tirare fuori diverse combinazioni del mecha utilizzando una serie di componenti che lo trasformeranno di volta in volta in qualcosa di diverso e unico, con relativi attacchi speciali e super, proprio come Getter Robot. Completando i vari livelli con uno dei diversi Vulfighter (questo il nome delle navi con cui interagire per la trasformazione) porterà a differenti reward e a differenti risvolti della trama con i vari piloti coinvolti (e relative adorabili sequenze in giappo, sottotitolate in inglese). Ovviamente una volta in azione, dopo aver scelto tra una delle poche opzioni in croce del menù, non esiste pausa tanto quanto non esistono opzioni di risoluzione o altre scelte: si parte e si gioca, in finestra se necessario, pure con un 65" come il mio. Tutti parlano di compatibilità per il controller in giro, io non sono riuscito a settarlo ma anche con la tastierina mini della Steam Machine, parliamo di 4 frecce direzionali per muoversi, un tasto per sparare e uno per la super. Achievement e carte comprese nel prezzo di 5.99€, attualmente scontato per la Summer Sale a 2.99€. Comunque sopra non vi lascio il giocato ma il traile promo, per una volta, perchè dovete capire bene la grandezza dell'opera.

VOTO 7/10