Passa ai contenuti principali

GAME OF THRONES: PARTE LA SESTA STAGIONE, LA SERIE SORPASSA I LIBRI, I LETTORI BESTEMMIANO


Pare ieri e invece sono passati già 5 anni e spicci. Una vita fa, la prima puntata, attesa dai fan della saga, dai nerd e dagli appassionati di fantasy in generale mentre il resto del mondo se ne sbatteva. Oggi, al via della sesta stagione, parliamo di un successo planetario e di un caso unico relativamente a un brand nato su carta e trapiantato, de facto, sul piccolo schermo in termini di piattaforma di riferimento.
La cosa ha fatto incazzare tutti ovviamente e ci può tranquillamente stare. Game of Thrones è in TV da solo un lustro eppure Cronache del Ghiaccio e del Fuoco è una roba del 1996, partorita addirittura nel 1991 dal buon Giorgione George R.R. Martin, per poi conquistare e accompagnare milioni di persone su Westeros tra intrighi politici, battaglie, draghi e tutto il resto. E poi? 20 anni dopo HBO supera de facto in termini cronologici le avventure raccontate su carta e prende in mano le redini della storia, spostando quindi l'ago della bilancia. Una roba quasi oltraggiosa, per chi per due decadi ha dovuto sopportare estenuanti attese legate alle vicende dei vari personaggi, spesso culminate in trapassi inattesi e spettacolari. Un caso unico come dicevo, che nell'epoca delle IP traversali parte da una parte e arriva dall'altra. Intendiamoci a me per esempio fa solo piacere: non avevo mai letto nulla a riguardo e la serie è un capolavoro ma capisco la frustrazione di quei fedelissimi che hanno assistito impotenti a tutto questo. Nonostante la massificazione sia sempre un bene, perchè Game of Thrones sdoganato una volta per tutte il fantasy terminando l'opera iniziata da Il Signore degli Anelli, vedere il proprio bambino esibito davanti a tutti da un certo fastidio nella testa del fanboy. Vederlo addirittura affidato alle cure di chi prima non lo voleva, è addirittura oltraggioso. Su Prismo c'è una bella riflessione sull'argomento, dategli una letta perchè tocca delle corde veramente molto sensibili. E giusto per: Jon Snow resta morto per adesso, mentre tutte le varie trame lasciate aperte l'anno scorso, vengono più o meno sistemate.