01 febbraio 2016

[SERIE REVIEW] UNBREAKABLE KIMMY SCHMIDT (S.1)


Divertenti, stravaganti e talvolta totalmente assurde e surreali: sono proprio così le situazioni vissute dalla ventinovenne Kimberly Schmidt, alle prese con la sua nuova vita nella Grande Mela in questa serie audace e frizzante.
Kimberly Schmidt, per gli amici Kimmy, interpretata alla perfezione dalla dolce e spumeggiante Ellie Kemper, è una ragazza dell'Indiana che, insieme ad altre 3 donne, ha passato gli ultimi quindici anni rinchiusa in un bunker antiatomico, ingannata da un sedicente predicatore che sosteneva che l'Apocalisse si fosse abbattuta sul mondo e che fuori dal bunker stesso non fosse rimasto più nulla, eccetto fiumi di lava e fiamme infernali. Le poverette conducono quindi una misera esistenza scandita da più o meno strambe abitudini (come quella, imposta dal loro rapitore, di girare continuamente una misteriosa manovella di cui non si conosce la funzione), totalmente in balia delle parole del reverendo Richard Wayne Gary Wayne, fino a quando, finalmente, vengono ritrovate e tratte in salvo (spoiler: oink!). A questo punto le 4 spaesate donne talpa si ritrovano catapultate nel futuro e la coraggiosa Kimmy decide di seguire i suoi sogni di adolescente nonostante tutto e di  trovare lavoro a New York, cercando in ogni modo di tenere nascosto il suo triste passato. È da questo momento in poi che ha inizio una serie di gag, imprevisti, misunderstanding ed esilaranti situazioni tragicomiche di cui Kimmy sarà protagonista a causa della sua anacronistica condizione, tra la ricerca di un lavoro, la voglia di riprendere gli studi, di farsi degli amici e magari, perché no, di trovare un fidanzato. Espressioni e look demodè porteranno la nostra eroina a vivere situazioni assurde ed imbarazzanti, e le sue reazioni davanti ad uno smartphone o a moderni e sconosciuti modi di dire, insieme ai quotidiani qui pro quo, vi strapperanno di sicuro più di qualche risata. L'ingenuità e la purezza, insieme all'acume e alla grinta della nostra Kimmy saranno il leitmotiv delle 13 puntate di questa serie fuori di melone, popolata ovviamente anche da altri esilaranti personaggi come il fidato Titus Andromedon, il coinquilino afroamericano gay e squattrinato che vuole sfondare nello showbiz, Lillian Kaushtupper, la svalvolata padrona di casa dei due, spacciatrice svampita e chissà cos'altro, Jackie Lynn Voorhees, la ricca signora di Manhattan che assume Kimmy come assistente e governante e che nasconde un indicibile segreto. Oltre a bere litri di Diet Water. Così piena di ottimismo e voglia di fare, riuscirà Kimmy a riprendere in mano la sua vita? Correte su Netflix a scoprirlo. Cazzarolina! Si ride forte. Nuova stagione già firmata e in arrivo in USA ad aprile.


VOTO 8/10

0 Comments:

Posta un commento

Questo form è per dire la tua. Ricordati di registrarti con il tuo account Twitter/Google con un bel click sul colonnino a destra "Unisciti al sito". Pensa che è gratis e fa pure figo!