08 febbraio 2011

IL KNEEGATE DEL CHINA JOY


In queste giornate di fuoco in ufficio, passate tra budget e piani diabolici di cui tutti più o meno sanno ma di cui non è ancora possibile ufficialmente parlare, abbiamo pianificato l'attività fieristica del prossimo triennio. Indispensabile per farsi vedere, stringere mani e, nel nostro caso, anche per trovare fornitori. Naturale pensare quindi al solito poker GDC, E3, GamesCom, TGS, con le aggiunte del caso tipo Develop e le varie manifestazioni locali, a un certo momento dello sviluppo di alcuni progetti. Occhio inevitabilmente puntato verso la Cina, per la versione orientale della Game Developer Conference ma anche per trovare valide alternative.
E cosa ti poppa fuori, parlando con amici vari (tranquillo Simon, non farà il tuo nome)? Il China Joy! Cosa sarebbe dunque, il China Joy? La versione asiatica dell'E3, nelle intenzioni degli organizzatori. Una roba pettinata dunque, in teoria. In pratica però, si è parlato più che di videogiochi di qualche altra cosa in passato, tipo delle ragazze presenti ai vari stand. Niente di scandaloso si penserebe, perchè tutte le fiere si distinguono per la mole spropositata di pheega, messa dentro di proposito per far impazzire operatori, nerd e operatori nerd in visita. La cosa strana è che nei vari reportage fotografici emersi (relativi alla versione 2008 se non erro), è uscito fuori come le tipe, al mattino, fossero linde, pinde e sorridenti mentre alla sera, pur restando linde, pinde e sorridenti, avessero una serie di lividi sulle ginocchia che lasciavano intendere un secondo lavoro dietro le quinte, meno nobilitante ma sicuramente più tendente alle PR. Praticamente, oltre ai volantini, si distribuivano scapponci come se non ci fosse un domani, tanto da generare il primo Kneegate della storia. Roba che il Gamersgate tirato su dal sottoscritto all'epoca, è veramente robetta (lo posso scrivere senza link, perchè come saprete gli articoli sono stati stranamente rimossi nel nome di non ho capito bene quale etica giornalistica, senza il mio approval). Insomma, scatta la registrazione tipo subito.

2 Comments:

Posta un commento

Questo form è per dire la tua. Ricordati di registrarti con il tuo account Twitter/Google con un bel click sul colonnino a destra "Unisciti al sito". Pensa che è gratis e fa pure figo!