20 gennaio 2008

IO ODIO BLOCKBUSTER


In realtà non tutta la catena, anzi, giusto quello da cui mi servo. A Roma, dopo anni di ricerche, avevo finalmente trovato il mio equilibrio. Il commesso di Blockbuster dove andavo, lettore delle riviste su cui scrivevo, mi ha sempre trattato alla grande: super ricariche sugli usati, prezzi di favore, cortesia, competenza. Poi il salto a Varese e la nuova entusiasmante ricerca per il negozio di fiducia.
Effettivamente Gamerush ha un paio di ragazzi veramente tosti all'interno: competenti, simpatici...bravi, in una parola (e già che ci sono, li saluto pure visto che leggono il blog e mi hanno anche addato in Live). Ma il problema, allora, qual'è? Il problema è che certi giorni, se c'è lei  alla cassa, non c'è verso di non incazzarsi. Lei, si, la commessa-pianta grassa, il cesso deforme che si trova in ogni negozio specializzato in qualcosa, che ovviamente non capisce una mazza di quello che fa, di quello che vende e di quello che dice. Quando c'è lei, la fila più corta è di 40 persone, perchè il primo che arriva con la promozione che lei non conosce, manda tutto in caciara. "Scusi, mi dice se c'è questo usato per favore?" "Deve vedere sullo scaffale...". Figa, ma se te lo chiedo saranno due ore che cerco per scaffali senza trovare niente no? "Scusi, ci sarebbe la promozione su questi, posso sapere perchè invece dei 25 Euro che le dovevo, mi ha chiesto 530 euro?" "Ci deve essere stato un errore...". E grazie al cazzo, aggiungerei. Ieri il capolavoro: entro, compro tre DVD legati insieme da un fascione (dei cofanetti homemade in sostanza, fatti proprio da Blockbuster, su cui campeggia trionfale la scritta 3 DVD + Libro 9,90€). Arrivo al momento della verità dopo 20 minuti di fila, tento di schivarla ma capita lei, once again. "Scusami, posso sapere qual'è il libro che è in omaggio?" (avendo preso 3 cofanetti diversi, 3 libri in teoria...). Non l'avessi mai detto...ha cominciato a chiedere a tutti i suoi colleghi che, impegnati, l'hanno mandata a cagare. Poi ha cominciato a scartabellare fogli senza trovare una mazza e dopo 5 minuti, la trovata geniale. Mi guarda e fa: "Il libro è dentro". Ma dentro dove, idiota maledetta? Ma non lo vedi che sono 3 DVD legati insieme da voi? Come cazzo fa a stare un libro in mezzo a 3 DVD senza che tu lo veda? Ovviamente, dopo quel paio di secondi di gelo in cui ho valutato di dirle tutto questo o alternativamente di darle un cartone in bocca e farla tacere per sempre, ho sfoggiato la mia calma olimpica (vista anche la gente in quadrupla fila dietro) dicendo: "Guarda, io dopo lo apro. Se non trovo il libro, torno domani". Darwin comunque, diceva un sacco di minchiate, c'è poco da fare.

5 Comments:

Posta un commento

Questo form è per dire la tua. Ricordati di registrarti con il tuo account Twitter/Google con un bel click sul colonnino a destra "Unisciti al sito". Pensa che è gratis e fa pure figo!