Passa ai contenuti principali

FENOMENOLOGIA STAR WARS: TRA SPOILER, TROLLATE, AVVOCATI DI TOPOLINO E GENTE SCEMA VI SPIEGO PERCHE' SARA' BELLISSIMO


Il 16 dicembre 2015 alla fine è arrivato e il fenomeno cinematografico del millennio ha portato in dote un carico di situazioni tragicomiche alimentate dalla potenza dei social, dall'idiozia delle persone e da un hype tra il mitologico e il patetico.Il tutto sfociato contemporaneamente nelle prime recensioni della pellicola mostrata in anteprima ieri a stampa, blogger e persone a caso che hanno sancito un'unica grande verità: Star Wars: Il Risveglio della Forza è una merda. Quindi sarà fantastico.
Certo detta così fa impressione eh. Star Wars una merda? Eresia. E invece pare proprio che sia così, a sentire una serie tutta una serie di persone (amici giornalisti) che dalla proiezione stampa sono uscite sconsolate. Dall'altra invece, una nutrita schiera di entusiasti che loda il lavoro di Disney e vede tante cose buone nel nuovo capitolo della saga. Il punto quale sarebbe, allora? Il problema è che la prima categoria è quella a cui appartengono i fanboy di Guerre Stellari vecchia maniera. Quelli che erano al cinema nel 1977 o che comunque hanno visto Star Wars nascere e crescere con una generazione intera e hanno coltivato negli anni il culto di un'epopea che ha fatto la storia. La seconda categoria invece, è composta da quelli un po' più casual che hanno approcciato le avventure di Han Solo, Luke Skywalker e soci con la giusta misura restando sempre mediamente immuni al fenomeno che fa del suo punto forte tutto ciò che va oltre il grande schermo. Star Wars è marketing, gadget, un popolo fidelizzato che nutre il mito e si nutre di tutto ciò che è Forza-related da quasi 40 anni. Parliamo di gente che ha dormito 12 giorni in un sacco a pelo davanti al cinema per vedere quelle zozzerie che hanno dato vita alla seconda trilogia. Parliamo di gente che ha fondato una religione e crede fermamente che gli Jedi esistano. Parliamo di gente che si maschera e si mena per le strade con spade di plastica, popola fiere con il cosplay più amato di ogni tempo e compra qualsiasi tipo di puttanata marchiata: dalle chiavette USB ai pupazzi di pezza, dai maglioni di merda alle tazze per la colazione.



Parliamo di malati insomma .Ce ne sono per lo sport, per l'arte, per la pheega, per qualsiasi cosa. Ma ecco, quelli di Star Wars mi sono sempre sembrati un po' peggio. E sentirli delusi è una cosa magnifica, perchè vuol dire, da non appassionato, che finalmente Star Wars è diventato qualcosa di comprensibile anche per chi è intenzionato a guardare solamente un fottuto film fatto bene, in un setting che non può non piacere. L'esempio più vicino a Star Wars che mi viene in mente è Star Trek. Un altro nome celebre della fantascienza se vogliamo ancora più epico e che vanta la stessa tipologia di malati appassionati alle spalle. Anche di Star Trek non mi è mai fottuto niente, per capirsi, eppure ho amato il nuovo corso di J.J. Abrams che mi ha spinto a interessarmi anche a ciò che c'era stato prima e a recuperare cose vecchie per amore di completezza. Un percorso inverso a quello del fanboy: sono partito dalla fine, da cose per me interessanti in qualità di disinteressato osservatore, appassionandomi poi di tutto quello che c'era a monte. Il nuovo Star Wars è una produzione Disney e al netto delle trollate partite da ieri (dove ho spoilerato cose per finta perchè avevo i rigatoni al ragù di cinghiale e di uscire di casa non se ne parlava proprio) pensavo fosse ovvio un approccio per la massa come puntualmente pare essere avvenuto. Leggere online che è un film per famiglie o anche farà la felicità dei giovani e un po' meno di quelli più grandicelli ha chiuso il cerchio su ciò che ci sarà da aspettarsi in sala. La conferma che Star Wars, da icona hipster-pop-rock-sticazzi è diventato forse un qualcosa in linea con il 2015 e una nuova base di partenza su cui costruire un radioso futuro. Finalmente. Un film divertente con meno pippe mentali sul significato metaforico di Forza e Jedi e più spadate ed effetti speciali perchè poi è legittimo farsi piacere anche solo quelli e un po' di sano cazzeggio. C'è pure chi vuole solo vedere X-Wing che sfrecciano nello spazio e astronavone che esplodono in giro. Senza necessariamente doversi sentire uno stronzo.