Passa ai contenuti principali

[MOVIE REVIEW] DEAD RISING: WATCHTOWER


L'apocalisse zombie è stata raccontata in 1000 modi differenti al cinema e in TV. Di videogiochi poi ne sono stati fatti veramente tanti. Dead Rising è sicuramente uno dei più ispirati e l'ultima release Xbox One è stata a mio parere un capolavoro. Poi un bel giorno, hanno pensato di tirar fuori un film da questa produzione targata Capcom.
Uno ci credeva pure un po', in realtà, perchè Dead Rising (il gioco) di spunti su cui lavorare ne offriva veramente tantissimi. Watchtower però è semplicemente brutto. come lo prendi lo prendi. Non brutto da vedere, anzi: sangue a fiotti, non morti inquietanti, un mondo credibile, una storia potenzialmente ansiogena. Brutto da seguire, ecco. Noioso. A memoria, non ricordo film degli ultimi 10 anni che mi abbiano fatto pensare di spegnere e cambiare. Quando inizio, finisco, mi sono imposto questa cosa qualche tempo fa in un'ottica di critica seguente. Forse solo Italiano Medio di Maccio Capatonda mi ha scocciato in questa maniera in tempi recenti ed è un peccato perchè qui, oh, si tratta pur sempre di uno dei brand più fichi mai fatti per il genere. Dead Rising 3 mi ha portato via ore e ore di vita tra arti mozzati e teste esplose ma la pellicola di Zach Lipovsky purtroppo è soporifera e tutto il cast non brilla di certo per una perfomance attoriale da Oscar. C'è il giardiniere belloccio di Desperate Housewives, Jesse Metcalfe, protagonista nei panni del reporter Chase Carter intrappolato in una città invasa da cadaveri affamati a causa del malfunzionamento del farmaco Zombrex, unica cura per evitare la trasformazione. Carter dovrà quindi mettersi in salvo con altri (anonimi) sopravvissuti, facendosi strada a colpi di armi custom fronteggiando anche un nemico umano, come nella tradizione del survival nipponico. In questo senso, i richiami al gioco sono tanti: le armi, per l'appunto, la figura dei boss come il pagliaccio o i motociclisti e persino uno dei cattivi impegnato con la console ad affettare zombie in una delle sequenze finali. Troppo poco, decisamente. Il film del resto è uscito solo in DVD ma per un po' lo trovate su Sky Cinema se proprio non avete niente da fare e per completezza decideste di spendere 2 ore del vostro tempo su questo pallosissimo e mal riuscito tentativo di rinfrescare un marchio che era meglio lasciare al pad. Insomma, guardate Pixels che è meglio dai.



VOTO 4/10