29 novembre 2015

[MOVIE REVIEW] PROJECT ALMANAC


I film dedicati ai viaggi nel tempo sono sempre tra i più interessanti, c'è poco da dire. Difficile farne di buoni, quasi impossibile farne di buoni e interessanti dal punto di vista della trattazione del tema (che a me fa impazzire) allo stesso tempo. Eppure se Ritorno al Futuro e Looper sono dei must per voi da questo punto di vista, Project Almanac non vi deluderà.
Del film non avevo mai sentito parlare in effetti ma le vie di Sky On Demand sono infinite  (resta ancora vicino a Netflix nonostante qualche iniziale titubanza e pensieri di una possibile disdetta dopo anni di servizio). In realtà la cosa che ha catturato la mia attenzione, è stata la presenza di Michael Bay (per cui nutro una passione smodata) tra i produttori della pellicola, con regia di Dean Israelite. Il film è la storia di David e dei suoi amici, mediamente sfigati in quanto genialoidi nerd, protagonisti per caso di un'avventura tutto sommato leggera ma ricca di spunti interessanti. David, infatti ottiene una borsa di studio per il MIT, insufficiente per coprire i costi del corso, costringendo quindi la madre vedova a mettere in vendita la casa per racimolare il denaro necessario. Per evitare tutto questo, il brillante liceale (interpretato da Johnny Weston) inizia a pensare a un piano d'emergenza, frugando tra le carte del defunto padre, scienziato pure lui (ma per hobby). Cercando in soffitta ecco spuntare un progetto legato alla costruzione di una macchina del tempo, ovviamente funzionante in ben poco tempo, che porterà il gruppo a una serie di visite nel passato che porteranno nefaste conseguenze per tutti. Tra intrecci amorosi, desideri realizzati e seconde opportunità, il famoso effetto farfalla costringerà David a prendere decisioni drastiche per aggiustare le cose. Tra una citazione e l'altra (oltre ai due titoli detti in apertura anche Ricomincio da capo) e una strizzata d'occhio al mondo Xbox (la macchina del tempo funziona grazie alla componentistica di una 360 smontata), un'oretta e mezza vola via tranquillamente,



VOTO 7/10

0 Comments:

Posta un commento

Questo form è per dire la tua. Ricordati di registrarti con il tuo account Twitter/Google con un bel click sul colonnino a destra "Unisciti al sito". Pensa che è gratis e fa pure figo!