14 novembre 2015

AMIGA MIA (N.6): NUCLEAR WAR


Oggi c'è Fallout a raccontare l'apocalisse nucleare (soprattutto quel che viene dopo) ma l'ipotesi di una guerra totale è stata negli anni spunto per decine e decine di giochi di ogni genere più o meno belli. Uno dei primi prodotti di cui ho memoria, che affrontava l'argomento fine del mondo in maniera addirittura ironica, è Nuclear War di New World Computing.
Uno strategico a turni single player ben strutturato e profondo, arrivato su Amiga nel 1989 (e successivamente in versione MS-DOS, comprensivo di multiplayer). Nei panni dei più grandi leader mondiali del secolo, caricaturati in stile cartoon, era possibile determinare il destino del mondo tra bombardamenti a tappeto e propaganda. Il vincitore? Chiunque riuscisse a mantenere vivo il suo popolo osservando la distruzione degli altri. La lista dei leader disponibili comprendeva: Ronnie Raygun (Ronald Reagan), P.M. Satcher (Margaret Thatcher), Infidel Castro (Fidel Castro), Col. Malomar Khadaffy (Muammar al-Gaddafi), Ayatollah Kookamamie (Ruhollah Khomeini), Mao the Pun (Mao Zedong), Jimi Farmer (Jimmy Carter), Tricky Dick (Richard Nixon), Mikhail Gorabachef (Mikhail Gorbachev) e Ghanji (Mahatma Gandhi).

1 Comments:

Posta un commento

Questo form è per dire la tua. Ricordati di registrarti con il tuo account Twitter/Google con un bel click sul colonnino a destra "Unisciti al sito". Pensa che è gratis e fa pure figo!