Passa ai contenuti principali

LO SCRIGNO DELL'AMORE DI FOR HONOR


L'epicità della faccenda è facilmente misurabile: arrivano gli unboxing. Più in generale, arriva il canale YouTube del blog perchè (incredibilmente) me lo chiedono e perchè (incredibilmente) ho modo di fare cose di un certo livello.
Negli anni più volte mi era stato domandato perchè non facessi cose in video, non aprissi un canale personale, non mettessi in piedi un po' quel che tutti fanno con fortune alterne da tempo. Le risposte (varie) sono sempre state le stesse: non mi interessa, non ho tempo, ho un modo di fare le cose che mi impedisce di iniziare un progetto anche fosse solo a livello di hobby, a cazzo di cane se non nel migliore dei modi. Faccio lo svilupattore, non sono un blogger, non me ne frega una mazza. Però EldaStyle ha il suo zoccolo duro, lo leggono, qualcuno ci fa anche cose (come nel caso di Ubisoft questa settimana, così come altri in passato). Ho modo di decidere cosa fare, quando mi pare, come mi pare. E allora sai cosa? In Gamera abbiamo montato una stanza per i nostri futuri Twitch e la stiamo attrezzando. Considerando che lo studio è il mio, oh, qualcosina per il blog poteva anche venirci fuori? Senza passare dalla cameretta dico. Ed eccomi quindi ad approfittare di quel capolavoro di For Honor per questo nuovo corso, che inizierà quando YouTube sarà sistemato (a brevissimo giro) e che vede il giocone recensito ieri al centro dell'attenzione. Il prezzo è di 150€ per la versione Xbox One acquistabile in esclusiva su uPlay (10€ in meno per quella PC) e il forziere che vi arriverà a casa è veramente splendido. Spacchettando, oltre al gioco e al CD con la colonna sonora, si nota la differenza con altri prodotti simili (che poi non sono neanche troppi). Se avete presente Dragon Age: Inquisition, potete farvi un'idea più o meno chiara.


Dragon Age aveva un box colossale ed era pieno zeppo di roba. Il problema era che all'interno, i vari gingilli plasticosi arrivavano spaccati nel migliore dei casi e comunque si distruggevano poco dopo. Una cinesata pazzescaFor Honor dal punto di vista dei contenuti non è magari formidabile ma la qualità per cui si paga è ben diversa, pur restando una roba completamente dedicata al collezionista professionista. Mettendo da parte infatti CD e gioco come sopra, restano solamente due codici per sbloccare Season Pass e perk vari della versione Deluxe (emblemi, effetti e via dicendo). Ma poi, oh, arriva la ciccia. Tre elmi, riproduzioni perfette di quelli indossati dai protagonisti di ogni classe, grandi più o meno come un pugno, da sistemare in bella vista su un piedistallo di legno ornato con relativa targa e numero della versione acquistata. Ogni modello, pesa un quintale, perchè non è plasticaccia ma ferro battuto. Tipo che tirandolo su una vetrata blindata ci potete fare tranquillamente un buco. Il livello di dettaglio è imbarazzante, nel senso che proverete imbarazzo per la bellezza del tutto (si alza pure la visierina del Warden e già quello mi basta). Meglio della solita action figure, meglio di tante cose accroccate di bassa qualità. E poi ci sono dentro alla fine 99€ di prodotto alla fine, mica come quella moda brutta di prendere le scatole vuote e trovarci dentro il nulla cosmico invece del boxato. Promossa, pure questa. Se volete vedere tutte le foto, andate qui. Per il video, link in arrivo.